Conosci il kimchi?


Il kimchi è una preparazione coreana di verdure fermentate.
Originario della Corea, il kimchi era stato inventato per conservare le verdure durante i mesi invernali come il cavolo marinato in una salamoia salata; si è poi lentamente trasformato nel kimchi che conosciamo oggi, grazie all’aggiunta di varie spezie e condimenti.
In Corea viene considerato come un pasto completo e si compone di cavolo cinese, rafano, carote, cetrioli e peperoni marinati con aglio, peperoncino, salsa di soia, salsa di pesce e poi lasciati fermentare in vasi di terracotta.

La fermentazione rende il kimchi facilmente digeribile e conservabile a lungo. Durante questo processo si formano probiotici (lattobacilli) che sono responsabili della salute del nostro apparato digerente, perché proteggono la flora batterica e favoriscono l’equilibrio intestinale ma hanno anche un benefico effetto sul sistema immunitario, fornendo all’uomo una buona quantità di vitamine (C, A e B12), calcio e ferro.
Oltre a questi effetti, il kimchi, controlla i livelli di colesterolo, ha un forte potere saziante grazie alla buona quantità di fibre ed è un alleato prezioso per il controllo del peso corporeo.

Il kimchi non esiste in un’unica forma, ma in diverse varianti a seconda dei prodotti utilizzati in partenza. Viene combinato con il riso e servito come contorno al pesce, alla carne o al tofu, ma lo si utilizza anche per la preparazione di zuppe e insalate.

La ricchezza di sostanze nutritive che offrono un’ampia gamma di benefici per la salute, rende il kimchi un superfood, tanto da essere stato dichiarato patrimonio culturale immateriale dall’UNESCO.

Contattami
Hai bisogno di aiuto?
Ciao,
come posso aiutarti?